L’Horror Secondo Netflix (Italia)

Come tutti sappiamo, la Tv e il cinema, verranno sempre più a sparire lasciando spazio a quello che, fino a qualche tempo fa, poteva sembrare pura e semplice fantascienza: la Streaming Tv.
L’Italia, pur essendo da sempre l’ultima ruota del carro nel campo del progresso tecnologico, ha avuto un upgrade nell’ultimo anno, vedendo la nascita (o meglio, l’introduzione), di piattaforme OnDemand come Netflix, Infinity, SkyGo e Chili.

Basti calcolare che negli ultimi 6 mesi, la Finanza Informatica (quella che prima si chiamava Polizia Postale), ha registrato una diminuzione della pirateria On-Line a favore di un servizio a pagamento come quelli che ho precedentemente citato.

Con tariffe che sfiorano il ridicolo, noi tutti, possiamo avere a disposizione un catalogo quasi infinito di titoli cinematografici, divisi per categorie, anno di produzione o gusti personali, senza dover per forza, cadere nella tentazione di scaricarsi un Torrent o guardarsi un film in streaming su siti pirata.

Ma davvero il catalogo di film è sempre all’altezza di quello che vogliamo vedere?

Oggi mi voglio soffermare su quella che è, a mio avviso, la parte dolente (e che più mi sta a cuore!) di Netflix: la sezione Horror.

best-horror-movies-on-netflix

Netflix è una piattaforma in continuo sviluppo, con costanti aggiornamenti mensili che aumentano continuamente il numero di film o serie tv da vedere; ma perché la categoria Horror è quella che ha i film più brutti rispetto a tutte le altre?

Mi è capitato più volte di cercare un “bel” horror da vedere, ma ogni volta, sono rimasto deluso restando tutta serata con l’amaro in bocca.

Prima di tutto ci sono diversi punti su cui soffermarci:

Come mai la maggior parte dei film horror caricati nel catalogo sono di serie B?

  • Gli Stati Uniti, il Giappone e il Regno Unito sono stracolmi di bellissimi film horror che varrebbe la pena di pubblicare e trasmettere anche su grande schermo ma che, per decisioni interne dei proprietari delle Multisale, non succede. La soluzione più semplice sarebbe quella di trasmetterli in streaming su queste piattaforme, cosa che però non accade. Netflix ha il privilegio di lasciare in lingua originale alcuni film che non sono stati doppiati, accompagnati da un servizio di sottotitoli perfetto e preciso. Ma chi è che sceglie i film da pubblicare? E quali sono le leggi di copyright che regolano il mondo di Netflix? Purtroppo nessuno può rispondere a questi interrogativi.

horror

Produzioni scadenti a costo zero. Netflix e suoi flop.

  • Netflix, oltre ad essere un servizio streaming legale a pagamento, è diventata anche una casa di produzioni di film e serie tv. Come succede per Sky, anche Netflix ha le sue esclusive auto-prodotte e per quanto riguarda le serie tv ha sempre ottenuto grandi successi! Basti pensare a Black Mirror o Stranger Things, o ancora al più recente successo di Frontiera, serie tv storica con Jason Momoa come protagonista. Il più delle volte queste produzioni riescono a funzionare nonostante le spese basse investite nella regia o negli attori ma non funziona così negli horror: produzione scadente, storie scontate, recitazione pessima. Questo è quello che ci troviamo davanti guardando un film horror di Netflix. Ve ne cito uno dei peggiori visti di recente: “Sono la bella creatura che vive in questa casa”. Guardatelo e scrivete i vostri commenti. Io vi ho avvertito…

2ae76d92a3cecc8aefcd745ebcdfba97a17c60ad

L’ingannevolezza dei titoli.

  • Altre volte mi è capitato di leggere alcuni titoli che ricordavano grandi produzioni hollywoodiane degli ultimi anni, risultando poi, tutt’altro. Uno degli esempi più semplici è Ouija: su Netflix troviamo un film che si chiama Ouija Experiment. Ad un occhio poco attento, ricorderà il film del 2014 (Ouija, appunto), diretto da Stiles White. Altro esempio, quello di Krampus, il cinepanettone horror del 2016 (inguardabile, per giunta): anche su Netflix troveremo un film sul Krampus, ma che non è lo stesso che hanno proiettato al cinema. Questo sistema dell’usare film omonimi per sviare un po’ le ricerche degli spettatori lo ritengo molto furbo ma poco corretto.

11922884

Pur essendo un seriale utilizzatore di Netflix, questa volta, devo dire che per quanto riguarda l’Horror sta facendo una figura meschina e indegna del nome che porta. Ci sono centinaia di film che ogni anno non vengono pubblicati nel nostro paese, molti dei quali belli e ingiustificatamente lasciati nel dimenticatoio.

Lo stesso Babadook (di cui anni fa scrissi una recensione), se non fosse stato comprato dalla Midnight Factory, adesso per noi sarebbe ancora un prodotto inedito ma di una bellezza e complessità disarmante…

La speranza è l’ultima a morire.

Aspettiamo che Netflix faccia qualcosa…..

Annunci

Un pensiero su “L’Horror Secondo Netflix (Italia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...