Le Leggende Di Mezzanotte. Ep.2: L’Autostoppista Fantasma

L’AUTOSTOPPISTA FANTASMA

In una notte piovosa, un camionista, intravede sul ciglio di una strada una ragazza che fa l’autostop. Si ferma e la fa salire. Durante il viaggio parlano del più e del meno fino a che, la ragazza, non dice al camionista di fermare il mezzo e di farla scendere essendo arrivata a destinazione. Nella fretta di scendere, la ragazza, dimentica la sua felpa bagnata sul sedile, così il camionista decide di rincorrere la ragazza pe restituirgliela. Appena sceso, però, si accorge di essere all’ingresso di un cimitero. Nel totale buio notturno, uno sciame di lucciole illumina una lapide: la foto è quella dell’autostoppista e la data della sua morte risale a 20 anni prima.

Forse questa è la più famosa tra le leggende metropolitane. Ne hanno parlato in diversi film, su diversi libri ed è una delle storie di “paura” più raccontate davanti ad un focolare durante una spiaggiata estiva.

389533305_6547e1cbdc

Esistono centinaia di versioni di questa leggenda ma si crede che l’originale sia nata negli Stati Uniti intorno agli anno ’80. Non sempre la ragazza è buona. In alcuni racconti lei porta il camionista ad uccidersi, facendolo sbandare con il camion nel punto esatto dove lei è stata uccisa. In altre, la ragazza, rivela qualche profezia al camionista, segreto che spesso lo condurrà alla tomba o alla follia. La leggenda viene anche citata in un libro del saggista americano Jan Harold Brunvand, “The Vanishing Hitchhiker”, del 1981. Stessa storia per quanto riguarda l’Italia: in articoli di giornale risalenti al 1977 si racconta di una vecchia autostoppista, che durante il suo viaggio profetizzo eventi relativi alla sorte della città di Milano (ovviamente infondati). Andando ancora più indietro nel tempo, precisamente nel 1602 in Svezia, possiamo trovare citazioni della leggenda su un antico manoscritto, così come in un’antica ballata inglese del 1723.

Come possiamo vedere è una leggenda che perpetua nel tempo ed è raccontata in più luoghi e lingue differenti.

Prima di lasciarvi volevo postare questo video che ha fatto il giro del mondo in pochissimo tempo su Youtube. Sicuramente tutti lo conoscerete, ma sapete qual è la verità su di esso?

E’ stato considerato per mesi il  “Real Footage” del secolo. Davvero qualcuno era riuscito a filmare l’autostoppista fantasma e tutto quelle che ne consegue? Alla prima occhiata diremmo tutti di si: è fatto davvero bene, realistico quanto basta, e i commenti caricati ad-hoc lasciano quell’alone di mistero sulla storia. La ragazza in questione si chiama Teresa Fidalgo e nel viaggio racconta ai ragazzi che l’hanno soccorsa come è morta. Dopo un anno dalla sua pubblicazione esce la rivelazione definitiva: il video dal nome “A Curva” è un cortometraggio di un giovane regista portoghese David Rebordão, che aveva come fine ultimo quello di vedere in quanto tempo un video del genere avrebbe fatto parlare di sé. Esperimento riuscito a quanto pare. Il video in questione è anche in vendita in versione integrale in DVD sul sito www.acurva.net .

espiritu

Resta, comunque, la leggenda metropolitana più famosa di sempre proprio per via della sua continua attualità e grazie alle sue innumerevoli riproduzioni in ambito cinematografico. Non a caso viene citata nel “Pilot” della serie Horror/Fantasy “Supernatural” (quando ancora era una serie tv seria, con episodi indimenticabili come quello su “Bloody Mary”), di cui vi lascio un assaggio, non dell’episodio, ma della favolosa colonna sonora dei Texas “Carry On My Wayward Son”.

 

Annunci

9 pensieri su “Le Leggende Di Mezzanotte. Ep.2: L’Autostoppista Fantasma

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...