Possessioni Nel Cinema. Da “L’Esorcista” a “The Vatican Tapes”.

In principio era “L’Esorcista”…

Bei tempi quelli delle prime possessioni demoniache sul grande schermo, dove il male, o Satana stesso, non erano trappole del mainstream degli ultimi anni.

In questi giorni, con l’uscita nelle sale di tutta Italia di “The Vatican Tapes”, gli horror maniaci si sono trovati nuovamente alle prese con un film di esorcismi di dubbia convinzione e veridicità. Ma partiamo dall’inizio.

Questo articolo è uno sproloquio personale. E’ una scarrellata veloce su quei film di possessioni demoniache che hanno infestato i cinema negli ultimi anni. Mi perdonerete se ne dimenticherò qualcuno, ma credo che mi ricorderò quelli che in qualche modo, nel bene o nel male, hanno lasciato un segno nelle nostre vite (o nella mia).

Da-Lesorcista-a-Constantine-10-esorcismi-al-cinema-video-27

Regan MacNeil, interpretata da Linda Blair, in una delle scene più agghiaccianti del film.

  • L’Esorcista: questo è il patriarca del genere. La prima esperienza verso un mondo che è diventato un genere horror a se solo dopo diversi anni. Le ambientazioni cupe, reali e quotidiane descritte nel libro di Blatty, esattamente trasportate in maniera divina sulla pellicola. Un classico che, a oltre 40 anni dalla sua uscita nelle sale, riesce a terrorizzare chiunque (nonostante una miriade di parodie che circolano su di esso, prima tra tutte il bellissimo “Riposseduta” con Leslie Nielsen e Linda Blair nel ruolo di sé stessa!. Qui il diavolo c’è e fa paura davvero. Le musiche e il linguaggio scurrile di alto livello per il 1973, hanno reso indimenticabili moltissime scene. La possessione del diavolo, in questo film, è più psicologica che fisica. La piccola Regan, alla fine è stremata, dimagrita, sciupata, ma è la violenza psicologica che Satana usa contro gli altri (soprattutto i preti), a fare del male. Ma vediamo come il genere “possessioni” sia cambiato negli anni…
MV5BMTU1NDY4OTUyMV5BMl5BanBnXkFtZTcwMjM4MjM3NA@@._V1_SX640_SY720_

Patricia Arquette nei panni di Frankie, protagonista di questa pellicola.

  • Stigmate: nel 1999, appare nelle sale come film apparentemente insignificante. Pochissima pubblicità, pochissimi trailer trasmessi in Tv e pochissime persone ne parlavano. Avevo 16 anni quando lo andai a vedere al cinema e ne rimasi profondamente scosso e meravigliato. Non era ai livelli dell’Esorcista, ma la trama lo ricordava molto. Come ho sempre detto, ci troviamo di fronte ad un William Blatty 2.0, dove le regole vengone invertite per creare una trama originale ma classica allo stesso tempo. I ruoli ottimente interpretati e l’ottima scenografia fanno di questo film, un’indimenticabile perla rara che mi ha fatto piacere ricordare. Le stigmate viste come punizione divina, sono la ciliegina sulla torta. Una corsa continua contro il tempo, prima che la protagonista venga uccisa dall’ultima stigmata, quella della Lancia di Longino che uccise Gesù Cristo.
ex 7

La bellissima Jennifer Carpenter. Follia o possessione?

  • L’Esorcismo di Emily Rose: correva l’anno 2005 quando al cinema uscì questo film, introdotto dalla frase “Tratto da una storia vera”. Un film che narra l’esperienza di Emily Rose, una giovane che venne uccisa durante un esorcismo. Il prete venne accusato di omicidio colposo perché la famiglia della ragazza disse che fu proprio l’esorcismo ad ucciderla. Nel film (come nella storia reale) non si capisce mai se ci troviamo di fronte ad una vera e propria possessione demoniaca o ad un caso grave di schizofrenia. E’ questo a renderlo diverso dagli altri, perché è il delirio della protagonista a fare da punto cardine, lasciandoci sempre in quello stato di indecisione. La mente umana può creare i suoi demoni? Forse.
thelastexorcism_1300

Ashley Bell, in una scena dagli aspetti a dir poco comici…

  • L’Ultimo Esorcismo: che nonostante il nome, purtroppo non è l’ultimo davvero. Qui inizia la successione dei film orrendi e questo ne è forse il capostipite. La possessione demoniaca passa in secondo piano, prevalendo la violenza della posseduta nei confronti dei preti, familiari, amici, estranei etc… In pratica è come lasciare un carroarmato in pieno Times Square senza la possibilità di togliere le chiavi dal quadro. “La ragazza in questione è posseduta e ci vuole uccidere”. Perché? Posseduta da chi? Chissenefrega! Apriamo il rubinetto del sangue finto e facciamo piovere morte e distruzione sul set! Lo spettatore del nuovo millennio vuole questo! E a quanto pare è vero. La stragrande maggioranza di questi film horror hanno perso la loro componente principale: la trama. Era bella la ricerca sul quale demone aveva posseduto il protagonista, il trovare il metodo giusto per liberarla, le formule in latino… Tutta roba sparita negli ultimi anni. In questa serie di film osceni ci metto anche “Il Rito” con un Anthony Hopkins a fine carriera con la credibilità di una prostituta in chiesa che combatte contro i demoni di una Roma caotica fatta di traffico, poliziotti idioti e Piazza S.Pietro fatta in computer grafica. Tra i flop divertenti voglio metterci invece “Liberaci dal Male”, dove il prete è un figaccione ispanico, che compie l’esorcismo in un tripudio di addominali scolpiti, capelli lunghi bagnati sugli occhi e muscoli in vista. La ragazza posseduta alla fine viene salvata grazie ad un orgasmo che ha avuto per l’attore più che per la bravura del prete. Nel complesso, però, il film scorre bene ed è a tratti simpatico.
maxresdefault (7)

Il grande Shane Johnson, in preda ad un raptus demoniaco.

  • The Possession Of Michael King: questo film del 2014, purtroppo, non è mai stato tradotto in Italiano. Visto in lingua originale al momento dell’uscita, mi fece un effetto molto piacevole. La storia parla di uno scettico convinto, un certo Michael King, che decide di avvalersi di ogni tipo di strumento per dimostrare che non esiste alcun modo per farsi possedere dal demonio. Usando di tutto, dalla tavoletta ouija a riti orgiastici, da antichi scritti a formule esoteriche, scoprirà che scherzando con il fuoco, si rischia di bruciarsi. Il tutto è filmato da un circuito di telecamere da lui poste in ogni stanza della casa. L’idea è originale, la recitazione del protagonista, interpretato da Shane Johnson (“Salvate il Soldato Ryan“, “Behind Enemy Lines” e molti altri), è esemplare e il film è incentrato su ogni fase della possessione a discapito di Michael King. Come spesso accade, i film che meritano una visione in più, non vengono pubblicizzati nel nostro Bel Paese e nessuna casa di distribuzione lo ha portato in giro per il globo.
maxresdefault2

Kathleen Robertson mezza nuda è uno dei pochissimi motivi per vedere “The Vatican Tapes” al cinema.

  • The Vatican Tapes: rendiamo grazie alla Midnight Factory (succursale della Koch Media), per averci fatto conoscere questo film orrendo! Scritto e diretto da Mark Neveldine, un regista che non si accontentava di aver già fatto danni cinematografici come “Crank”, “Gamer” e “Ghost Rider”. Voleva di più! Voleva un horror nel suo “grande” curriculum! Nel cast appaiono Kathleen Robertson, la classica gnocca hollywoodiana, interprete di filmoni del calibro di “Scary Movie 2” e “Player 5150” e altri attori di dubbia carriera. Il film è piatto, senza nessun tipo di tensione o colpo di scena. La telecamera “a mano” stile mockumentary da noia agli occhi e l’unica cosa che rimane alla fine dei 90 minuti scarsi è una gigante emicrania. In questo caso, la ragazza posseduta, ha una forza brutale che uccide chiunque si trovi davanti a lei. Un bulldozer caricato al nucleare. Preti che muoiono con la facilità di un tacchino il Giorno del Ringraziamento, interpretazioni recitative degne di un film di serie Z ed espressività da pesce morto sul banco del mercato, fanno di questo film un’esperienza indimenticabile. Sicuramente lo ricorderò nella mia Top10 dei peggiori horror di tutti i tempi.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto e mi piacerebbe ricevere i vostri commenti. Siete d’accordo con questa classifica? Avete film da aggiungere? A qualcuno è piaciuto The Vatican Tapes?

A presto…

Midnight Man

Annunci

5 pensieri su “Possessioni Nel Cinema. Da “L’Esorcista” a “The Vatican Tapes”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...