TUFTY. Quando l’Irlanda Diventa Un Set Perfetto!!!

Bentornati sull’Uomo di Mezzanotte gente!!!

Volevo scusarmi per non aver scritto nessun post venerdì scorso ma… casualità vuole… che sia stato chiamato, come attore, in un cortometraggio horror!!!

Purtroppo per adesso non posso svelarvi niente di più, ma aspetterò il momento giusto dell’uscita del video per farci sopra un bello speciale.

Mi farò perdonare(spero) postando uno strano corto in cui mi sono abbattuto qualche settimana fa:

TUFTY è la storia, in versione horror, di come nascono i cosiddetti “orsetti di peluche”.

 

Prima di continuare a leggere, vi chiedo gentilmente di guardare il video perchè, la mia recensione, contiene SPOILER.

 

Il video lo potremmo dividere in due parti, ben distinte tra loro:

  1. Vivere nell’idillio
  2. La fine di un sogno
  • Lo svolgimento parte da subito molto lento, usando riprese spesso statiche, colori molto accesi, ambienti molto belli naturalisticamente.

Questa prima parte del video presenta la classica Story Line Disneyana: scene di vita quotidiana di un mondo fantastico, dove tutto va bene, non ci sono problemi e dove, soprattutto, non ci sono esseri umani.

Il Main Theme della Colonna Sonora è gioioso, quasi etereo. Ci troviamo, per pochi attimi, come intrappolati su un pianeta diverso dal nostro. La differenza di questo corto, tra gli altri che per adesso ho trovato in giro,                è proprio questa totale immersione nel mondo del protagonista. Già… dimenticavo… il protagonista di questa storia è un orso di peluche creato totalmente in computer grafica.

  • Tutto cambia quando sull’Isola Felice arriva un uomo; più precisamente, un cacciatore. Da qui parte la fine del sogno, sia per il protagonista che per lo spettatore. Cambia la colonna sonora. Le scene diventano un susseguirsi frenetico, quasi ossessivo, di inquadrature dinamiche. Le seguenti inquadrature sono mirate a mettere in risalto gli oggetti che caratterizzano l’arrivo della “civiltà” nel mondo degli orsetti: il fucile, che viene ripreso più volte (che ricorda lo sbarco dell’uomo nelle Americhe, pronto alla colonizzazione) o il mozzicone della sigaretta, che viene gettato per terra (classico esempio di inquinamento). Durante questa corsa frenetica, vediamo anche altri orsetti che sono riusciti, però, a nascondersi che guardano impauriti e tremanti il loro compagno. Il minuto numero 5:00, che io ho chiamato “la morte della mamma di Bambi“, è la parte più triste della storia. Perchè in pochi minuti di video, i registi Jason & Brendan Butler, riescono a farci affezionare al piccolo orso. Vederlo morire diventa uno shock per lo spettatore.

Da questo momento in poi, il corto, prende una piega differente: i filtri applicati alla pellicola diventano quasi sporchi di fango, con inquadrature statiche confuse. L’impagliatore fa il suo dovere, minuzioso come un medico egizio, preciso nella creazione della sua “creatura”. E’ una specie di Victor Frankenstein, ma in un contesto differente.

Geniale anche il finale: la compagna dell’orsetto, come se sapesse cosa sta succedendo, come se si fosse squarciato il velo tra i due mondi, guarda il bambino che stringe l’orsetto di peluche e scuote la testa, come inorridita dall’ inconsapevolezza dell’uomo.

 

Tra le curiosità questa volta voglio citare:

  • Il cortometraggio è Irlandese ed è proprio stata usata l’Irlanda (precisamente i boschi nei dintorni di Galway), per rendere l’idea del paese idilliaco degli orsacchiotti. Le altre scene, invece, sono state girate nel Regno Unito.
  • La produzione del corto è curata dalla Warrior Films, famosa per la produzione di molti cortometraggi tra cui “The Widow” o “Dead Load”.
  • Il protagonista umano, Brendan McCormack, ha recitato in “Ondine” (film pseudofantasy con Colin Farrell del 2009) e “The Daisy Chain” (film horror conosciuto in Italia con il nome di “Daisy Vuole Solo Giocare“).
  • “TUFTY” dal 2009 ad oggi è apparso in moltissimi Festival Cinematografici, vincendo anche premi importanti. Tra i più importanti ricordiamo il “DEAD BY DOWN Horror festival” di Edimburgo (che viene spesso considerato il più grande festival horror a livello mondiale e sul quale ci farò presto un post speciale) e al “SITGES International Fantastic Film Festival of Catalonia“. E’ apparso anche in diverse emittenti televisive tra cui l’importantissimo canale francese “Canal+ Cinema“.

 

Annunci

2 pensieri su “TUFTY. Quando l’Irlanda Diventa Un Set Perfetto!!!

  1. Pingback: Mean Teddy. Il “2.0” Delle Fiabe. | L'Uomo Di Mezzanotte

  2. Pingback: Mean Teddy. Il "2.0" Delle Fiabe. | Blog di luomodimezzanotte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...