VICTIM. The Slender Man Short Movie.

Come promesso, dopo il post speciale sui Creepypasta, oggi ho preso in esame un cortometraggio che ha come protagonista l’entità, che è diventata un sinonimo di paura: lo Slender Man.

La realizzazione di questo corto risale ad appena un anno fa. Vincitore del concorso “Frightening Films Fridays Award” e dello “Student Award Short Horror Film”, è un film girato con una Canon EOS 550D dalla spettacolarità disarmante. I numerosi “focus” che appaiono all’inizio del corto, sono intelligentissimi. La panoramica del bosco all’alba, analizzata dettagliatamente al millimetro, ci prepara a quello che sarà anche la fine del cortometraggio. Quindi, l’inizio potrebbe essere la fine, e tutto il corto potrebbe essere solo un flashback o una rimembranza del protagonista. Oppure potrebbe essere un sogno, un incubo, o un riflesso di memoria, come una collezione di polaroid scattate molto velocemente. La fotografia è molto pulita, pur essendo un corto a basso budget. Il film funziona perchè, come nel caso di “Daddy“, ci troviamo di fronte ad una paura comune, quotidiana, scandita dal passare delle ore, caratterizzata da gesti “normali”: il protagonista che dopo aver visto la figura dello Slender Man nel bosco, torna a casa e giustamente, la prima cosa che fà, è cercare notizie simili su internet è la cosa che tutti faremmo; si imbatte infatti nella leggenda della creatura portatrice di morte e sventure. Nonostante tutto, però, ci passa sopra e continua la sua vita comune. I gesti comuni sono proprio quelli che, a parere mio, rendono più vera e più paurosa la trama di qualsiasi cortometraggio. Spesso si pecca il effetti speciali, rendendo grottesche e inverosimili, le scenografie di molti film. E parlo soprattutto di grandi produzioni cinematografiche. Vi prendo come esempio “ESP: Fenomeni Paranormali” (o “Grave Encounters”, se lo preferite in inglese): il film regge, ci passi volentieri una serata e in un’oretta e mezzo ci scappano anche un paio di scossoni. La produzione per quel film costò appena 20.000 dollari. Effetti Speciali degni di qualche tutorial di After Effect, ma niente di più. Due anni dopo esce “ESP 2”: costi più alti, produzione più grande, vari corsi seguiti online per affinale l’arte dello Special FX. Il film non regge più, fa acqua da tutte le parti, e gli “scossoni” sono programmati. Tutto troppo scontato. Tutto già visto. Una noia che dura 2 ore.

Non andiamo Off Topic e torniamo all’analisi di VICTIM. E’ proprio la semplicità della realizzazione a rendere perfetto questo corto. Come in ogni arte, dalla pittura alla musica, c’è chi è più portato e chi meno: Eddie Adamson (di cui purtroppo non sono riuscito a trovare notizie e anzi, prego che se qualcuno avesse delle notizie su di lui, me le faccia sapere…) regista del video, ha quelle piccole accortezze che spesso altri registi tralasciano. Mettiamola così. Se qualcuno lo fa bene, lui lo fa meglio. Lui stesso dice: “This is a Short Horror film I made for my last college project of the year in Creative Media Production. We were given the chance to each make a film of our own choice, of varied length and subject matter…”. Si capisce che, non essendo un professionista, si è messo in gioco lo stesso, credendo in sè stesso.

L’unica pecca che ho trovato è stata la scelta dello Slender Man Sound, preso dall’omonimo videogioco. Sempre Adamson, però, dice: “My film is based around a teenage boy who finds himself being stalked by the mythical being ‘Slender Man’ over a period of days. It has been heavily inspired by the game ‘Slender: The Eight Pages’ by Parsec Productions, as well as many Horror Films I have been influenced by“. Un omaggio dunque alla Parsec Production per la realizzazione del bellissimo gioco che potete scaricare in freedownload  dal loro sito ufficiale: http://www.parsecproductions.net/slender/

Slender_The_Eight_Pages_logo

Come già vi avevo detto, Mercoledì 3 Luglio, partirò per gli Stati Uniti in viaggio di nozze. Causa mille cose da fare, lavoro e organizzazione del matrimonio, non sono riuscito a preparare nessun post per il prossimo mese. Fiducioso che continuerete ad essere fedeli al Vostro Uomo di Mezzanotte, vi auguro mille notti piene di incubi e, come diceva John Cusack nel film 1408… 

State Spaventati…

Annunci

2 pensieri su “VICTIM. The Slender Man Short Movie.

  1. Pingback: The Doll. Annabelle Regna Anche In Nepal | L'Uomo Di Mezzanotte

  2. Pingback: Slender Man. Mitologia e Origini Di Un Mito. | L'Uomo Di Mezzanotte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...